Hai mai provato il sesso a tre?

Raffaella: tradisco mio marito
Raffaella: tradisco mio marito con sesso occasionale
5 February 2015
Urban cougar
Urban cougar: chi sono e dove incontrarle
6 April 2015

Hai mai provato il sesso a tre?

sesso a tre

Per alcuni un tabù, per altri una fantasia un po’ spinta. Altri ancora, invece, non si accontentano di sognare, e scelgono di buttarsi. Buttarsi nell’esperienza del sesso a tre, altrimenti nota come “triangolo”.

Cantata da Renato Zero e Patty Pravo la figura geometrica più nota nel mondo hard è l’occasione per scoprire nuove frontiere del sesso. Osando, per esempio, nel coinvolgere una terza persona in un rapporto di coppia stabile. Oppure creando un terzetto di “amici particolari”, semplicemente per divertirsi.

Come funziona il sesso a tre?

Se dovessimo interrogarci sulle ragioni psicologiche del sesso a tre, potremmo perderci in lunghe digressioni. Per alcuni è la noia, per altri il semplice desiderio di trasgressione, ma chi prova il sesso in 3 cede al desiderio di rompere gli schemi, di uscire dalla monogamia e osare di più, molto di più.

Già la tradizione tantrica contempla esperienze sessuali di gruppo o in 3, anche se in un contesto soprattutto rituale. Oggi, però, il sesso a 3 è vissuto come una piccola perversione, un momento di gioco per irrompere nella sfera del proibito.

A chi non è capitato di sognare un rapporto a tre? Pare che la cosa sia piuttosto frequente, ma in tantissimi certamente non pensano di metterla in pratica sul serio. A differenza dell’orgia o del sesso di gruppo, dove si cade in una pura performance sessuale, il sesso a 3 richiede intimità e tatto, e molto spesso è il punto d’arrivo di un rapporto prima umano che sessuale.

Le dinamiche del sesso a tre

The Dreamers, coinvolgente pellicola di Bernardo Bertolucci, mostra perfettamente le dinamiche di un rapporto a tre nato quasi per caso. Un rapporto dove tre persone scoprono una magica affinità e si ritrovano, quasi catturati da una forza più grande di loro, a sperimentare una sessualità “triangolare”, sullo sfondo della tormentata Parigi del ’68. Ci sono triangoli, dunque, dove un forte legame di affetto o intimità incoraggia il rapporto a 3 anche sotto le coperte. In altri triangoli, invece, c’è una coppia forte (anche marito e moglie) che scopre un feeling particolare con una terza persona, che sia uomo o donna, invitandola nella propria alcova. E trasformandola nel proprio scopamico. L’evoluzione naturale, ovviamente, può essere lo scambismo.

C’è poi il sesso a tre fra amici / trombamici. Senza impegno, generalmente tra giovani, è il gioco di una o più notti, che non va oltre un certo numero di incontri o magari si ripropone in nuove combine. Anche il sesso a tre gay è una combinazione non rarissima, mentre la variante bisex prevede interazioni intense tra i due uomini (se è l’uomo in maggioranza) o le due donne.

Infine, una ricetta molto 2.0: il sesso a 3 con “aiutino” web. È il caso di quelle coppie che scelgono di fare sesso mentre una terza persona, collegata online in webcam, “gioca” con loro. Una variante online del tradizionale carsex o dei giochini con il marito cuckold, che però non si può definire “tecnicamente” sesso a tre per via della scarsa interazione di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *